Campeggio libro a Vasto, il Giro d’Italia si ferma qui!

I grilli avevano cominciato a cantare nella penombra verde. Alzai lo sguardo verso la striscia di cielo visibile sopra il taglio della ferrovia e vidi che l’azzurro era ora avviato verso il viola. Vedere quel preannuncio di tramonto mi rese triste e calmo allo  stesso tempo, coraggioso ma non proprio coraggioso, confortevolmente malinconico.

Ci trovammo un posto in piano tra il sottobosco accanto alla massicciata e stendemmo i nostri sacchi a pelo. Poi, per un’oretta, continuammo ad alimentare il fuoco e a parlare, quel genere di discorsi che non puoi più ricordarti bene una volta che hai superato i quindici anni e hai scoperto le ragazze.

Il corpo, da Stagioni diverse, Stephen King

 

Ho scomodato il racconto di un campeggio molto avventuroso, di ragazzi e biciclette e falò, per dirvi che il Giro d’Italia in 80 librerie (per non parlar di scuole e biblioteche) -la staffetta ciclistica che mette le due ruote ai libri organizzata da Letteratura rinnovabile– dopo aver seminato scompiglio in tutta Italia si ferma a Vasto. Qui, dal 4 al 6 luglio, grazie al sostegno del Comune di Vasto, sarà aperto il Campeggio libro, un vero e proprio campeggio letterario nella Villa comunale di Viale Rimembranza.

 

Sotto le stelle, si potranno ascoltare storie e leggere costellazioni di parole!

 

E infatti saranno tantissimi laboratori, letture (bendate e non), spettacoli e scrittori presenti, come Lello Gurrado, Giuseppe Culicchia e Federica Mafucci. Il tutto culminerà domenica con la finalissima della Coppa Italia di biglie a coppie (non so se mi spiego).

Insomma, cosa state aspettando? Preparate zaino e tenda e pedalate: le previsioni sono ottime. Il campeggio è un’esperienza unica se è libero, figuriamoci se è libro!

 

Qui il programma, nei gustosi dettagli: Campeggio libro a Vasto

 

firma FS5bis

 

 

Annunci

Tag:, , , , , , , , , ,

Categorie: diBuoneNotizie

Autore:diLetti e Riletti

Blog di libri, letture, divagazioni. www.dilettieriletti.wordpress.com

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

Non c'è ancora nessun commento.

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

you can call me outsider

io. tu. panna montata. manette. altre domande stupide?

orlando furioso

il blog di Deborah Donato

Se lo scrivi resta

diario di una ragazza comune, ottimista a modo suo

marisa salabelle

Fu così che Efisia Caddozzu venne al mondo. Mischinedda , pensò la levatrice mentre la presentava ai parenti riuniti. Ellusu, pensò la nonna, una parola che nel suo vocabolario alquanto limitato stava a significare molte cose diverse a seconda delle circostanze.

Luca Bottura

Satira gratuita, ma anche a pagamento

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

trecugggine

le cugine parlano di libri

diLetti e riLetti

La sola nazione che conti: la letteratura

Il pulpito del libraio

Accade in una libreria di provincia. Voi umani non potreste nemmeno immaginarlo!

aliceinwriting - vita da biblioteca e suggestioni sparse

Bibliotecaria, copywriter, scrittrice con un passato da redattore editoriale. Amante dei libri, della lettura, sensibile al piacere del testo e al grado zero della scrittura, mi occupo di Letteratura, amica esistenziale fin dai tempi dell'infanzia, poi alleata negli studi, infine compagna fedele di vita. I miei campi d'azione: la critica, la riflessione sul romanzo, sui miti, su temi e topoi; la poesia come flusso di coscienza e sottile tecnica semantica; il racconto, finestra aperta su un mondo interiore da narrare con parole in libertà. Postilla doverosa per caratterizzarmi ulteriormente: oltre ai libri, l'enorme, smodata, incontenibile passione per il cinema (sono cresciuta nella videoteca di famiglia, l'ormai serrata Video Days) e per la musica (colonne sonore di film e tanto, tanto, tanto, metal e rock in tutte le sfumature).

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

Scrivere creativo

Esercizi di scrittura creativa.

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Muninn

libri da ricordare

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: