Archivi delle etichette: Charles Dickens

Dickens, Pickwick e Weller, gentiluomini: un’allegra brigata vittoriana

È arduo riassumere in poche parole un tomo di quasi ottocento pagine di cui tutti hanno almeno sentito parlare, che è il simbolo e la bandiera di un’intera società, figlio della penna ancora acerba di Charles Dickens. In pratica si tratta dei resoconti delle riunioni di un club scritte dal suo fondatore e presidente, Samuel […]

Continua a leggere

Diamo i numeri! Alcuni tra i libri più popolari di sempre: edizioni, traduzioni, vendite.

In questa lista con alcuni dei libri più popolari del mondo (in realtà nelle opere più recenti decisamente sbilanciata verso la letteratura anglosassone) si tirano un po’ di somme, proponendo una grafica  che riassume edizioni e vendite di libri e autori molto noti. Avviso: questa grafica rischia di provocare attacchi di bile in molti scrittori […]

Continua a leggere

Auguri di ottimi inizi (ovunque la storia ci porti)

Mentre scrivo queste righe c’è il sole e la città caotica sembra aver ritrovato la sua molle pigrizia. Lasciamola riposare e scambiamoci un augurio: un buon inizio… cosa sperare di meglio? L’inizio di qualcosa è già l’auspicio di una buona riuscita, dà lo slancio giusto, è il primo passo verso una nuova avventura. Come per […]

Continua a leggere

Parole a mano di grandi scrittori

Abbiamo letto le loro parole stampate, le abbiamo amate, imparate a memoria, le abbiamo studiate, riscritte e citate. Ma come erano quelle stesse parole appena nate, che forma avevano appena tracciate su un foglio, quando il momento creativo era “quel” momento preciso? Ecco alcuni manoscritti originali di Dickens, Hemingway e di Montale, di Leopardi, Austen […]

Continua a leggere

Le dieci banalità da dire sui libri mai finiti

Alcuni grandi libri che hanno fatto la storia della letteratura mondiale sono, diciamocelo, autentici polpettoni. Non tanto immangiabili quanto indigesti, essi rappresentano il cruccio di ogni lettore forte, il marchio della sua infamia. Come confessare ad un collega che no, l’Ulisse non sono mai riuscita a terminarlo o che, ancora oggi, alle parole “quel ramo […]

Continua a leggere

Stranezze e tic di celebri scrittori (ovvero siamo tutti esseri umani)

Gli scrittori, come ogni artista che si rispetti, sono creativi ed eccentrici, è ben noto. Oscar Wilde portava spesso un garofano verde all’occhiello, che da lì in poi divenne simbolo di omosessualità, Edith Wharton si faceva ritrarre sempre coi suoi cagnolini e George Sand adottò, oltre al nom de plume, anche gli abiti maschili, sostenendo […]

Continua a leggere
Emma

Politique, trucs pour réfléchir et intermèdes ludiques

you can call me outsider

io. tu. panna montata. manette. altre domande stupide?

orlando furioso

il blog di Deborah Donato

Se lo scrivi resta

diario di una ragazza comune, ottimista a modo suo

marisa salabelle

Fu così che Efisia Caddozzu venne al mondo. Mischinedda , pensò la levatrice mentre la presentava ai parenti riuniti. Ellusu, pensò la nonna, una parola che nel suo vocabolario alquanto limitato stava a significare molte cose diverse a seconda delle circostanze.

Luca Bottura

Satira gratuita, ma anche a pagamento

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

TRECUGINE

le cugine parlano di libri

diLetti e riLetti

La sola nazione che conti: la letteratura

Il pulpito del libraio

Accade in una libreria di provincia. Voi umani non potreste nemmeno immaginarlo!

aliceinwriting - vita da biblioteca e suggestioni sparse

Bibliotecaria, copywriter, scrittrice con un passato da redattore editoriale. Amante dei libri, della lettura, sensibile al piacere del testo e al grado zero della scrittura, mi occupo di Letteratura, amica esistenziale fin dai tempi dell'infanzia, poi alleata negli studi, infine compagna fedele di vita. I miei campi d'azione: la critica, la riflessione sul romanzo, sui miti, su temi e topoi; la poesia come flusso di coscienza e sottile tecnica semantica; il racconto, finestra aperta su un mondo interiore da narrare con parole in libertà. Postilla doverosa per caratterizzarmi ulteriormente: oltre ai libri, l'enorme, smodata, incontenibile passione per il cinema (sono cresciuta nella videoteca di famiglia, l'ormai serrata Video Days) e per la musica (colonne sonore di film e tanto, tanto, tanto, metal e rock in tutte le sfumature).

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

Scrivere creativo

Esercizi di scrittura creativa.

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Muninn

libri da ricordare