Tag Archives: noir

Se non fosse che

La telefonata arriva che è già buio: omicidio. Via G. M., ovviamente dall’altra parte del mondo, in quel gruppo di palazzine aggrappate senza grazia alla collina come se volessero sfuggire dalla rete del raccordo e della ferrovia di Labaro. Cazzo, speravo di andarmene presto oggi, che Marco mi ha chiesto di andare al cinema insieme. […]

Continue Reading

Noir, genere maschile singolare

Definire il noir al maschile singolare può sembrare quasi tautologico: il noir è a tutti gli effetti un genere dominato dagli uomini. Eppure, dopo E. A. Poe e molto prima di Arthur Conan Doyle, il primo successo letterario di un poliziesco è dovuto ad Anna K. Green che, con il giallo investigativo Il caso Leavenworth, […]

Continue Reading

I Signori della Cenere, di Tersite Rossi

Il mondo com’è oggi, il mondo come sarà. Dove, in quale punto della nostra millenaria storia, abbiamo sbagliato? E dove finiremo? Il vero nocciolo del romanzo I signori della cenere, in uscita questa settimana per Pendragon, è il tentativo -tra il fantasy e il distopico- di rispondere a domande di peso che, anche inconsciamente, ci […]

Continue Reading

Angelo che sei il mio custode, di Giorgia Lepore

Volevamo vedere un fatto di vita, e abbiamo visto un fatto di morte. Ci siamo arresi, abbiamo continuato fino all’ultimo. Ci domanderemo a lungo prossimamente a cosa è servito tutto questo, che cosa abbiamo voluto dimenticare, che cosa ci dovremmo ricordare, che cosa dovremo amare, che cosa dobbiamo odiare. È stata la registrazione di una […]

Continue Reading

Prima di dirti addio, Biagio Mazzeo

Non voglio parlarvi di un libro, ma di un uomo: perché, più della storia e delle storie, mi preme seguire fino in fondo la parabola della stella nera di Biagio Mazzeo. Partendo da quel Biagio con cui ci scontriamo a muso duro in Una brutta storia, poliziotto della squadra Narcotici, che possiede e guida la […]

Continue Reading

Un caso come gli altri, di Pasquale Ruju

Si apre il sipario. Una stanza nuda, un tavolo. Da qualche parte, delle telecamere nascoste. E una donna. Ancora molto bella, ancora giovane. La tensione si amplifica nel silenzio che la giovane, la bella donna seduta al tavolo porta con sé, dentro di sé e attorno; un silenzio chiuso, compatto, carico di riflessione e di attesa. Dopo […]

Continue Reading

Vita da editore: buon compleanno, Fratelli Frilli!

Spesso il mio interesse per le case editrici indipendenti mi porta a scoprire delle vere perle, e anche delle persone squisite e appassionate. Una di queste è Carlo Frilli, uno dei soci della Fratelli Frilli Editori, cui ho rivolto alcune domande per comprendere meglio la sua “vita da editore”. Quando e come è nata la tua casa editrice: qual […]

Continue Reading

Adamante, di Maria Silvia Avanzato

  Da qualche parte, sperduto tra la Bassa e gli Appennini, c’è un piccolo borgo. Sua sola gloria, suo tormento e unico ricordo felice è un cinema, ormai in rovina. Il cinema Adamante è il cuore scuro ma ancora pulsante di Case Adamo, il mantice che soffia sui rancori, i desideri e gli istinti più nascosti […]

Continue Reading

Il fascino perduto di Bunker Hill

Bunker Hill è una collina nel centro commerciale (downtown) di Los Angeles, in California. Un tempo residenza di cittadini facoltosi, dopo la Prima Guerra Mondiale e in seguito all’enorme crescita della città, il quartiere iniziò ad essere abbandonato, nonostante la bellezza degli edifici esistenti. Del vecchio quartiere resta oggi ben poco: un folle (almeno per la […]

Continue Reading

La speranza è l’ultima a morire (Happiness is a warm gun)

  Quando uscì dallo studio barcollava: la segretaria era già pronta ad alzarsi per aiutarla, ma Stella la fulminò con un occhiata e quella pensò bene di restare dov’era. Afferrò il cappotto alla cieca ed uscì tentando con fatica di procedere in linea retta, le spalle diritte. Lungo le scale urtò qualcuno e lo sentì masticare insulti, ma non si […]

Continue Reading

La buona legge di Mariasole, di L. R. Carrino

                  Ho una passione infantile per i documentari del National Geographic. In particolare sono affascinata dagli animali feroci, nonostante “tifi” sempre per la vittima, perché la loro crudeltà mai gratuita è compensata da atteggiamenti di grande tenerezza. Uso qui termini in realtà riferibili solo all’essere umano, in quanto alla base […]

Continue Reading

Il canto degli Innocenti, di Piergiorgio Pulixi

Avere figli, si sa, è un mestiere difficile; avere figli adolescenti è come andare in guerra. Bisogna armarsi di pazienza illimitata, imparare il linguaggio in codice del “nemico”, avere radar puntati in ogni direzione, dormire poco e male, assillati dai pensieri più assurdi (e tuttavia mai abbastanza vicini alla realtà). I nostri ragazzi vivono in […]

Continue Reading

L’ora del tè

  Mi ha portato il tè. Mi odia, ma il tè lo prepara sempre in orario. La tazza di Meissen dalla forma perfetta, rose rosse e un filo dorato sul bordo, come piace a me. Il cucchiaino posato sul lato destro del piatto, come le ripeto sempre.  All’inizio metteva il cucchiaino sul “suo” lato destro […]

Continue Reading

Nel posto sbagliato, di Luca Poldelmengo

Benvenuti nel futuro, signori. Dopo la terribile onda anomala – come vedete – attorno alla metropoli si apre una superficie opaca di acque stagnanti e miasmi, una distesa grigia sulla quale resta in equilibrio il simbolo di un tempo passato, una ruota panoramica ormai arrugginita. Ma nonostante i ratti e la spazzatura non tutto è macerie, […]

Continue Reading

Il segreto di Pulcinella – intervista al supereroe di Napoli

Dopo lunghe chiacchierate e diversi caffè con il tuttajo del quartiere Sanità, il signor D’Aniello (non so se lo conoscete, è bravo e ripara qualunque cosa a un prezzo da ridere), sono finalmente riuscita ad avere un appuntamento segreto con l’eroe del giorno. Ma non è stato semplice: per incontrarlo mi son dovuta addentrare nella parte sotterranea […]

Continue Reading

Una notte sbagliata, di Gianluca Ales

                Gli sarebbe piaciuto ricominciare da capo, se solo avesse avuto un’altra piccola possibilità. E allora sì che avrebbe fatto le cose per bene. Non si sarebbe cacciato in quel guaio. Non si sarebbe cacciato neanche in quello schifo di vita. Perché a volte si pensa di essere […]

Continue Reading

La bibliotecaria di Raleigh

Se qualcuno avesse osato chiederglielo, Dora Broomfield non avrebbe mai affermato di essere felice, ma nemmeno il contrario: per dirne una, il piccolo appartamento dove viveva era di sua proprietà; non aveva la macchina, è vero, ma non ne sentiva la mancanza (né avrebbe saputo guidare, nonostante avesse preso il permesso quasi mezzo secolo prima). […]

Continue Reading

Arrivederci amore, ciao di Massimo Carlotto

                  In treno, durante un brutto ritorno svogliato, mi fa come sempre compagnia un libro. La copertina nera, il titolo bene evidente: Arrivederci amore, ciao. Di fronte a me una ragazza asiatica che m’ignora del tutto, accanto a lei un vecchietto dallo sguardo dolce che mi guarda […]

Continue Reading
you can call me outsider

io. tu. panna montata. manette. altre domande stupide?

orlando furioso

il blog di Deborah Donato

Se lo scrivi resta

diario di una ragazza comune, ottimista a modo suo

marisa salabelle

Fu così che Efisia Caddozzu venne al mondo. Mischinedda , pensò la levatrice mentre la presentava ai parenti riuniti. Ellusu, pensò la nonna, una parola che nel suo vocabolario alquanto limitato stava a significare molte cose diverse a seconda delle circostanze.

Luca Bottura

Satira gratuita, ma anche a pagamento

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

trecugggine

le cugine parlano di libri

Il pulpito del libraio

Accade in una libreria di provincia. Voi umani non potreste nemmeno immaginarlo!

aliceinwriting - vita da biblioteca e suggestioni sparse

Bibliotecaria, copywriter, scrittrice con un passato da redattore editoriale. Amante dei libri, della lettura, sensibile al piacere del testo e al grado zero della scrittura, mi occupo di Letteratura, amica esistenziale fin dai tempi dell'infanzia, poi alleata negli studi, infine compagna fedele di vita. I miei campi d'azione: la critica, la riflessione sul romanzo, sui miti, su temi e topoi; la poesia come flusso di coscienza e sottile tecnica semantica; il racconto, finestra aperta su un mondo interiore da narrare con parole in libertà. Postilla doverosa per caratterizzarmi ulteriormente: oltre ai libri, l'enorme, smodata, incontenibile passione per il cinema (sono cresciuta nella videoteca di famiglia, l'ormai serrata Video Days) e per la musica (colonne sonore di film e tanto, tanto, tanto, metal e rock in tutte le sfumature).

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

Scrivere creativo

Esercizi di scrittura creativa.

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Muninn

libri da ricordare