#romasecretstore, l’isolachenonc’è dei libri

Piove. Ma proprio come si deve, una pioggia fitta, rumorosa, a goccioloni. Piove e scendo dalla macchina. Piove, mannaggia, e la porta è chiusa. Segreto, è segreto.

Ma ho ricevuto l’invito che appare e scompare –un invito magico– e quasi subito la porta si apre. Ecco ci sono, il segreto non è più un segreto: lo svelano i tavoli, gli scaffali, le scatole e le poltrone, i trapani e i quadri, i velluti e i cacciaviti. Lo rivelano i libri. E me lo raccontano loro, gli artefici:

Il Roma Secret Store è un tentativo di ricreare i salotti letterari. non è un negozio di libri, non è incentrato sulla vendita dei libri, ma sull’incontro delle persone con i libri: lettori, autori, editori e librai si possono incontrare in questo luogo dove si realizzeranno degli eventi legati al mondo dell’editoria, eventi in cui si tenterà di portare l’attenzione sullo slow book – confida Patrizio Zurru, libraio e creatore dell’agenzia letteraria Stradescritte – Lo slow book è la riscoperta e la proposta di cataloghi secondo il principio per cui ogni libro non letto è una novità e in opposizione al fast reading, alla dipendenza tutta commerciale del lettore dalle ultime uscite.  La scelta cade sui cataloghi dei trentacinque (finora) editori che appartengono a Satellite Libri.

Un mistero alla volta: ma cos’è Satellite libri? chiedo a Barbara Salsetta, libraia, e a Daniela Cicchetta, organizzatrice di eventi, di raccontarmelo mentre mi fanno strada tra le bellissime stanze che compongono il Secret Store:

Satellite Libri è una piattaforma ideata e realizzata da Fabio Mendolicchio, editore, e dal libraio Maurizio Zicoschi,  una rete formata da editori e librai indipendenti, scrittori e blogger, e che ha l’obiettivo di creare uno spazio dedicato all’editoria indipendente. Nel Secret Store, che è la concretizzazione di questo spazio virtuale, si svolgeranno eventi dedicati alla cultura, iniziative che abbiano un seguito, che producano una reazione a catena, una sinergia.

Ride Barbara, e si emoziona mentre mi parla.

Anche gli scrittori si possono iscrivere alla piattaforma -continua Daniela- e possono proporre i loro eventi all’interno del Secret Store; quindi ci saranno presentazioni, cene a tema, spettacoli teatrali, installazioni, concerti (c’è un pianoforte a coda nel salotto). 12837300_10153657282442912_1570170330_o

Tra i vari progetti, c’è anche quello di rivolgerci ad un pubblico di adolescenti e ai giovani adulti per iniziarli alla lettura. Abbiamo parlato di questo con lo scrittore Sandro Bonvissuto, che già porta avanti un progetto simile in tutti i licei italiani, con lui vorremmo rivolgerci ai ragazzi per far avere loro una nuova visione della lettura, legandola al cinema, all’arte, ad un percorso culturale completo.

Insomma, un luogo magico, come potete vedere dalle foto, e per entrarvi basta poco: amore per i libri, per l’editoria indipendente e l’iscrizione alla piattaforma di Satellite Libri.

E poi, seconda stella a destra…

 

Romasecret

Annunci

Tag:, , , , , ,

Categorie: d'Interviste, diBuoneNotizie

Autore:diLetti e Riletti

Blog di libri, letture, divagazioni. www.dilettieriletti.wordpress.com

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

One Comment su “#romasecretstore, l’isolachenonc’è dei libri”

  1. sedcetta
    8 marzo 2016 a 16:09 #

    Eh, ma che bella questa “Isola che non c’è”. Avevo questo invito fantastico ma, la distanza… A fine aprile voglio visitarlo, e spero tu mi faccia da guida. O Patrizio, o chiunque sia il Secret Guest che accoglie gli erranti.

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Emma

Politique, trucs pour réfléchir et intermèdes ludiques

you can call me outsider

io. tu. panna montata. manette. altre domande stupide?

orlando furioso

il blog di Deborah Donato

Se lo scrivi resta

diario di una ragazza comune, ottimista a modo suo

marisa salabelle

Fu così che Efisia Caddozzu venne al mondo. Mischinedda , pensò la levatrice mentre la presentava ai parenti riuniti. Ellusu, pensò la nonna, una parola che nel suo vocabolario alquanto limitato stava a significare molte cose diverse a seconda delle circostanze.

Luca Bottura

Satira gratuita, ma anche a pagamento

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

TRECUGINE

le cugine parlano di libri

diLetti e riLetti

La sola nazione che conti: la letteratura

Il pulpito del libraio

Accade in una libreria di provincia. Voi umani non potreste nemmeno immaginarlo!

aliceinwriting - vita da biblioteca e suggestioni sparse

Bibliotecaria, copywriter, scrittrice con un passato da redattore editoriale. Amante dei libri, della lettura, sensibile al piacere del testo e al grado zero della scrittura, mi occupo di Letteratura, amica esistenziale fin dai tempi dell'infanzia, poi alleata negli studi, infine compagna fedele di vita. I miei campi d'azione: la critica, la riflessione sul romanzo, sui miti, su temi e topoi; la poesia come flusso di coscienza e sottile tecnica semantica; il racconto, finestra aperta su un mondo interiore da narrare con parole in libertà. Postilla doverosa per caratterizzarmi ulteriormente: oltre ai libri, l'enorme, smodata, incontenibile passione per il cinema (sono cresciuta nella videoteca di famiglia, l'ormai serrata Video Days) e per la musica (colonne sonore di film e tanto, tanto, tanto, metal e rock in tutte le sfumature).

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

Scrivere creativo

Esercizi di scrittura creativa.

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Muninn

libri da ricordare

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: