18 giugno: tre librai e un appuntamento al buio

Qualcuno potrebbe dire che nutro un’insana passione per i librai. Come negarlo? Non posso farci niente, sono malattie che ti prendono da piccolo e, come l’herpes, non guariscono mai del tutto. Il libraio è il mio personale spacciatore di emozioni e, in quanto tale, è mio e basta.  Ma soprattutto, sopra ogni altra cosa, un libraio è, incredibilmente, la persona con cui posso sempre parlare di libri: lo so, sembra un pleonasmo, ma pensateci un attimo. Siete lettori, lettori appassionati e con una certa propensione a mischiare alla vita reale le storie e i personaggi di cui leggete; quindi sapete come me che non potete parlare del ragazzo che avete conosciuto al bar  dicendo “Oddio! parla proprio come Darcy!”. Sapete perfettamente che se in preda alla rabbia urlate un Avada Kedavra contro un idiota totale, oltre a non sortire alcun effetto, quasi nessuno coglierà la gravità della maledizione. Tutti babbani? No, il triste punto è che in pochi leggono, lo sappiamo.

Invece un libraio…ah, un libraio! Sta lì apposta: ditegli che siete tristi perché la Ferrante ha scritto l’ultimo libro della saga de L’Amica Geniale, confessategli che avete pianto leggendo Zerocalcare, arrabbiatevi perché quel tal famoso scrittore ha scritto (e, peggio, pubblicato) una vera #sòla. Lui sarà l’unico a capirvi. Vi porgerà un fazzoletto e l’ultima copia del graphic novel di Acqua storta, e la vostra giornata cambierà colore.

Tutto questo preambolo per dirvi che il 18 giugno ho appuntamento alla Libri e Bar Pallotta non con uno, non con due… ma con tre librai! Allacciate le cinture e procediamo con ordine:

Final Cut - L’amore non Resiste, Vins Gallico - Fandango Libri

Final Cut – L’amore non Resiste, Vins Gallico – Fandango Libri

nell’ambito della rassegna Libri a Mollo, creata e organizzata dal libraio Carmelo Calì (e se vi dicono altro non credeteci) ci sarà la presentazione del romanzo Final cut, scritto dal libraio Vins Gallico (e selezionato nella dozzina dello Strega) che sarà presentato dal gran capo dei librai Patrizio Zurru.

Preso nota? Non è finita, andiamo avanti.

Per la ghiotta occasione e data la presenza del Gran capo Zurru, si terrà con un leggero anticipo l’evento Letti di notte, la notte bianca delle librerie, e alla fine della presentazione si terrà  Metti a letto il tuo libro. Contattando Carmelo Calì alla mail libriebar@hotmail.it si potrà prenotare una lettura a voce alta: portiamo un libro (o acquistiamolo in libreria) e condividiamo un brano che ci ha particolarmente emozionato. Dopo aver letto, lo metteremo, volendo…a letto per un bookcrossing tra le lenzuola .

mascherina_ldn2

Se invece si vuol godere come ascoltatori di queste letture, saranno distribuite le bellissime mascherine da lettura bendata. Il buio e la concentrazione (e uno spritz) non faranno che aumentare il piacere dell’ascolto dei brani.

Bello, vero? Ecco. Poi dicono che sono io ad essere fissata: ma sono loro che sono librai!

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

Categorie: diBuoneNotizie

Autore:diLetti e Riletti

Blog di libri, letture, divagazioni. www.dilettieriletti.wordpress.com

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

Non c'è ancora nessun commento.

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Emma

Politique, trucs pour réfléchir et intermèdes ludiques

you can call me outsider

io. tu. panna montata. manette. altre domande stupide?

orlando furioso

il blog di Deborah Donato

Se lo scrivi resta

diario di una ragazza comune, ottimista a modo suo

marisa salabelle

Fu così che Efisia Caddozzu venne al mondo. Mischinedda , pensò la levatrice mentre la presentava ai parenti riuniti. Ellusu, pensò la nonna, una parola che nel suo vocabolario alquanto limitato stava a significare molte cose diverse a seconda delle circostanze.

Luca Bottura

Satira gratuita, ma anche a pagamento

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

TRECUGINE

le cugine parlano di libri

diLetti e riLetti

La sola nazione che conti: la letteratura

Il pulpito del libraio

Accade in una libreria di provincia. Voi umani non potreste nemmeno immaginarlo!

aliceinwriting - vita da biblioteca e suggestioni sparse

Bibliotecaria, copywriter, scrittrice con un passato da redattore editoriale. Amante dei libri, della lettura, sensibile al piacere del testo e al grado zero della scrittura, mi occupo di Letteratura, amica esistenziale fin dai tempi dell'infanzia, poi alleata negli studi, infine compagna fedele di vita. I miei campi d'azione: la critica, la riflessione sul romanzo, sui miti, su temi e topoi; la poesia come flusso di coscienza e sottile tecnica semantica; il racconto, finestra aperta su un mondo interiore da narrare con parole in libertà. Postilla doverosa per caratterizzarmi ulteriormente: oltre ai libri, l'enorme, smodata, incontenibile passione per il cinema (sono cresciuta nella videoteca di famiglia, l'ormai serrata Video Days) e per la musica (colonne sonore di film e tanto, tanto, tanto, metal e rock in tutte le sfumature).

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

Scrivere creativo

Esercizi di scrittura creativa.

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Muninn

libri da ricordare

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: