Libri, spettacoli e film: la vita va in scena

La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro: leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare

Questa celebre frase di Arthur Schopenhauer, non tanto quanto quella sul pendolo ma senza dubbio più piacevole da citare, lascia aperta una terza via. Se, non me ne voglia il filosofo, volessimo integrare il brocardo originale infatti potremmo aggiungere che quelle pagine che compongono la nostra esistenza si possono anche mettere in scena, creando così uno sdoppiamento: la rappresentazione della vita. Cosa sono se non questo letteratura, teatro, cinema, pittura, etc etc? In questo modo è possibile ricondurre ad un’unica categoria arti tanto diverse tra loro. Quelle stesse arti che, combinandosi, possono dar luogo a magie o abomini. La finzione della vita ad esempio, quale è spesse volte un romanzo, può essere traslata in altro e divenire film, spettacolo teatrale, musical.

paradisodegliorchi

Chi non conosce Daniel Pennac e la famiglia Malaussène da lui resa reale sulla carta? Ora oltre che immaginarla potremo anche vederla; il 17 ottobre infatti (il 14 novembre in Italia) uscirà nelle sale un film ispirato al primo libro della fortunatissima saga: Il paradiso degli orchi. Chi non aspetterà con ansia di vedere quanto sarà simile il caro capro espiatorio a ciò che avevamo immaginato? Il rischio di sentire i fan  ululare all’angolo delle strade “era meglio il libro” è altissimo. Io da lettrice-tipo ho già da ridire sul protagonista che, stranamente, non è identico a come me lo ero figurato.

hanno-tutti-ragione

Se avete amato Tony Pagoda, protagonista di “Hanno tutti ragione”, figlio della mano di Paolo Sorrentino (in questi giorni di strilloni da Oscar pare impossibile non nominarlo, scusate) potreste incontrarlo. Il cantane napoletano che si ama e si detesta durante la lettura è infatti a teatro, e chi ne veste i panni è una donna, una straordinaria attrice: Iaia Forte. Messi in scena sono i primi due capitoli del libro e, l’attrice, ha dichiarato di aver deciso di interpretarli colpita dalla forza del personaggio e dalla straordinaria espressività linguistica del libro stesso. Come darle torto? Il mix perfetto tra dialetto e italiano, comune nel capoluogo campano in una forma peculiare che Sorrentino ha reso perfettamente, e l’atteggiamento da perdente presuntuoso del protagonista, fanno del romanzo e del suo fulcro un unicum incredibile.

siddharta

Avreste mai immaginato che il lavoro più famoso di Hermann Hesse, il Siddharta, potesse diventare un musical? A Roma e Milano la rappresentazione in musica, per mano della cantautrice e regista Isa Beau,  è stata un successo ed è già pronto il seguito di gloria. In dicembre è infatti previsto lo sbarco del Principe e del suo cammino interiore verso la saggezza a Catania, e c’è da giurare che la via dell’illuminazione anche stavolta rischiarerà il tutto esaurito.

10481785_10152306939782912_1007686886_n

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , ,

Categorie: diNotizie tascabili

Autore:diLetti e Riletti

Blog di libri, letture, divagazioni. www.dilettieriletti.wordpress.com

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

Non c'è ancora nessun commento.

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

you can call me outsider

io. tu. panna montata. manette. altre domande stupide?

orlando furioso

il blog di Deborah Donato

Se lo scrivi resta

diario di una ragazza comune, ottimista a modo suo

marisa salabelle

Fu così che Efisia Caddozzu venne al mondo. Mischinedda , pensò la levatrice mentre la presentava ai parenti riuniti. Ellusu, pensò la nonna, una parola che nel suo vocabolario alquanto limitato stava a significare molte cose diverse a seconda delle circostanze.

Luca Bottura

Satira gratuita, ma anche a pagamento

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

trecugggine

le cugine parlano di libri

diLetti e riLetti

La sola nazione che conti: la letteratura

Il pulpito del libraio

Accade in una libreria di provincia. Voi umani non potreste nemmeno immaginarlo!

aliceinwriting - vita da biblioteca e suggestioni sparse

Bibliotecaria, copywriter, scrittrice con un passato da redattore editoriale. Amante dei libri, della lettura, sensibile al piacere del testo e al grado zero della scrittura, mi occupo di Letteratura, amica esistenziale fin dai tempi dell'infanzia, poi alleata negli studi, infine compagna fedele di vita. I miei campi d'azione: la critica, la riflessione sul romanzo, sui miti, su temi e topoi; la poesia come flusso di coscienza e sottile tecnica semantica; il racconto, finestra aperta su un mondo interiore da narrare con parole in libertà. Postilla doverosa per caratterizzarmi ulteriormente: oltre ai libri, l'enorme, smodata, incontenibile passione per il cinema (sono cresciuta nella videoteca di famiglia, l'ormai serrata Video Days) e per la musica (colonne sonore di film e tanto, tanto, tanto, metal e rock in tutte le sfumature).

VITA DA EDITOR

Interviste, recensioni e retroscena dell’editoria – a cura di Giovanni Turi

Scrivere creativo

Esercizi di scrittura creativa.

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Muninn

libri da ricordare

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: